CORONAVIRUS (COVID-19): come reagire, come difendersi, cosa fare?

person Pubblicato da: Marco Gandolfi Vannini list In: salute Sopra: comment Commento: 0 favorite Visite: 804

Impossibile oggi non fare caso a ciò che sta succedendo circa questa vicenda. Il nostro meraviglioso paese è apparentemente attanagliato da questo virus. Pareri discordanti posizionano il virus con una pandemia globale, altri una semplice influenza virale resa forte da un'isteria di massa. Ciò che è certo è la grande mancanza di informazione che è stata adottata in merito, essa dovrebbe, ancor prima dei provvedimenti, essere al centro di tutto, ma gli organi competenti hanno preferito indossare colori politici e salvare le loro posizioni piuttosto che dare peso alla salute (fisica e mentale) della nazione fornendo valide informazioni certe e ad oggi stiamo vivendo una vera e propria psicosi di massa riguardo ad una forma virale del quale non sappiamo praticamente niente, che vede reazioni da guerra nucleare con i supermercati presi d’assalto. 

Proviamo a fare un po’ di chiarezza in merito.

Si tratta di una forma di virus che proviene da altri animali, (sembrerebbe dal pipistrello) che compie il cosiddetto “salto di specie” e finisce ad oggi per contagiare anche l’essere umano. Le caratteristiche di questo coronavirus, del quale attualmente conosciamo altre 8 tipologie, sono molto simili alle altre, ma esso si differenza soprattutto per l’alta facilità di trasmissione. Pare infatti che si possa trasmettere da soggetto a soggetto anche tramite coloro che non presentano sintomi (asintomatici) o che ancora sono nel periodo di incubazione, incubazione che può durare dai 2 ai 14 giorni. 

Questi elementi rendono il COVID-19 o CORONAVIRUS un virus rischioso o più probabilmente spaventoso, ma vediamo un po’ di numeri in sintesi per capire quanto effettivamente questo virus sia o meno realmente una pandemia letale come le pesti nere del 300 e del 600 che stroncarono un terzo della popolazione mondiale (circa 20 milioni di vittime). 

Ad oggi il contagio dì CORONAVIRUS in Italia conta 9'172 casi totali, di cui 7'985 persone ancora positive, 724 guarite e 463 decedute, ma quali sono gli identikit delle persone per le quali il virus è risultato letale? Il 90% dei decessi è avvenuto su persone di età superiore ai 70 anni con almeno 3 malattie gravi conclamate come ipertensione, diabete, ischemie, tumori o malattie degenerative e ad oggi in Italia non contiamo alcun decesso su individui precedentemente sani.

80% di questi decessi si registra nei pazienti di sesso maschile. 

Questi dati fanno riflettere molto. 

La normale influenza stagionale ha un tasso di mortalità che va da 1% al 2,5% a seconda dell’aggressività che presenta, il CORONAVIRUS ha un tasso di circa il 4%, certamente un dato rilevante, ma come detto in precedenza genera alti rischi solamente in soggetti che vertono in stato di salute precaria, questo cosa significa? I soggetti giovani ed in salute possono essere portatori sani, finanche asintomatici, ma capaci di trasmettere ugualmente il contagio, le persone anziane o deboli di salute sono invece a rischio. Il quadro presenta chiaramente una situazione per la quale tutto coloro che godono di buona salute debbano responsabilizzarsi, cercando di autonormarsi a difesa di coloro che sono a rischio. 

Come reagire:

È fondamentale seguire le norme sanitarie dettate dagli organi preposti, evitando contatti molto stretti soprattutto con coloro che potrebbero essere a rischio, pulire spesso le mani, mantenere le distanze soprattutto se si è raffreddati e cercare di salvaguardare non se stessi, ma gli altri, agendo come se fossimo portatori inconsapevoli del virus. Una sostanziale differenza nel Mind Set che può realmente fare la differenza in situazioni come quella che ha visto nella notte di Sabato 7 Marzo una fuga di massa da Milano dopo l’emissione del decreto. 

Come difendersi:

È fondamentale, ora più che mai, svolgere una intensa attività di prevenzione e garantire al proprio corpo le vitamine ed i nutrienti necessari per tenere alte le proprie difese immunitarie, per fare in modo che qualora il virus ci colpisse, non trovi terreno fertile per propagarsi. 

OMNIAVITA grazie al suo innovativo ciclo di assunzione a sei compresse giornaliere è un grado di sostenere durante tutta la giornata l’apporto vitaminico necessario. 

“NON ABBUFFARSI” è molto importante. Le grandi mangiate impegnano molto il nostro corpo, che in questo momento potrebbe doversi impegnare in attività difensive o preventive, quindi è fondamentale cercare di mangiare spesso, in modo equilibrato e leggero. 

D’altro canto è preferibile evitare regimi alimentari drastici, quindi mangia senza esagerare. 

“RESTA SEMPRE IDRATATO” l’acqua rappresenta la vita per noi esseri viventi, in ogni momento in qui è necessario essere al meglio, sia dal punto di vista fisico che quello cognitivo abbiamo bisogno della massima idratazione. Si può essere al 100% in termini di difesa solo se abbiamo una buona e costante idratazione. Inoltre l’acqua che immettiamo nel nostro organismo supporta le attività di espulsione di eventuali batteri, virus ed agenti indesiderati. 

Cosa fare:

Se stai leggendo questo articolo è molto probabile che tu sia un individuo dedito alla salute, alla cura del corpo e con uno spiccato senso di responsabilità verso il mondo che lo circonda. Questo virus è un grande elemento di interferenza nelle energie della salute e del benessere del nostro pianeta e deve essere contrastato con un grande senso di responsabilità. Questa potrà sembrarti un’arma poco efficace, ma che in realtà è in assoluto lo strumento più forte per poter contrastare questo fenomeno. 

Altro importantissimo elemento è quello economico, che deve essere contrastato con la buona volontà e la motivazione: NON FERMARTI a meno che tu non ti senta male. Continua a lavorare cercando di tutelare la salute altrui, sarà più difficile perché molte attività sono ferme, ma tu approfitta di questo momento per fare tutto ciò che ti eri ripromesso di fare e che hai procrastinato o rimandato. Periodi simili aprono occasioni a grandissime possibilità per tutti, quindi non abbassare la guardia e continua ad impegnati nella produttività. Quando tutto sarà finito raccoglierai i grandi frutti di questa determinazione. 

Ricorda che il mondo che ci circonda fa parte di noi e noi di esso, come una cosa sola. Le piante producono ossigeno, l’atmosfera ci protegge, l’acqua ci disseta, renditi utile facendo la tua parte nella vita, supportando gli altri esseri con le tue speranze, il tuo pensiero e le tue azioni.

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password